Cerca
  • Marco

LABRADOR RETRIVER



Il Labrador Retriever, più comunemente chiamato Labrador, è una razza selezionata in Inghilterra, partendo da uno dei cani di St. John water, cane originario del Canada. Il Labrador fa parte del gruppo dei retriver, cani allevati e selezionati a partire dal XIX secolo.

Cane con una stazza media e di buon temperamento, intelligente, socievole, docile, tranquillo, eccellente nuotatore, visto anche la palmatura delle zampe, utilizzato soprattutto come cane da riporto dai cacciatori.

L' indole buona e il carattere predisposto all'apprendimento lo rendono adatto a essere addestrato allo svolgimento di moltissime attività, infatti è il cane più utilizzato come guida per non vedenti , per il soccorso in acqua e per la ricerca di persone. Inoltre tali cani risultano essere ottimi animali da compagnia ed adatti a vivere in famiglia. inoltre essendo un cane molto giocherellone ama moltissimo stare e giocare con i bambini.


Labrador sono cani di taglia media e con una buona struttura muscolare votata alla resistenza. I maschi hanno un'altezza media di 56/58 cm e un peso medio compreso tra i 30 e i 40 kg. Le femmine sono di norma di pochi centimetri più basse 53/56 cm e pesano dai 27 ai 35 kg. Le principali caratteristiche di questa razza, a parte il colore, sono il risultato di un allevamento con obiettivo di riprodurre un perfetto retriever.

La testa è larga, solida e appuntita, con naso ampio e dentatura a forbice. Il tartufo deve essere di colore nero quando il mantello è di colore nero o giallo e tartufo marrone quando il mantello è cioccolate, non sono ammessi altri colori o combinazioni. Gli occhi sono marroni o color nocciola. Le orecchie devono essere triangolari, con attaccatura un po' arretrata e devono essere pendenti. Il collo è vigoroso, di media lunghezza e senza bargia. Il petto è profondo e largo.

Il pelo è duro, liscio, molto spesso e lanoso, con sottopelo impermeabile, di colore nero o grigio, marrone ("chocolate") o giallo ("champagne"), sempre unicolore. Cuccioli di diversi colori possono far parte della stessa cucciolata: la tinta del pelo dipende da tre fattori genetici, i quali possono anche combinarsi e dar vita a varie sfumature. I colori ammessi agli standard vanno da un crema a un "rosso volpe" per gli esemplari gialli e da marrone di media intensità a marrone molto scuro per i chocolate. In quanto ai neri, il colore ammesso è un nero solido, senza sfumature particolari. È ammessa una macchia bianca al petto di dimensioni non superiore a una moneta da due euro.

La coda è di media lunghezza, grossa alla base e sottile verso la punta, come quella della lontra, ricoperta da pelo fitto e corto.

Nella razza Labrador Retriever non è ammesso il colore Silver/Grigio.


l Labrador avendo una spiccata intelligenza è ancora oggi impiegato come cane da caccia. Ottimo come cane da riporto e grazie alle sue abilità natatorie viene utilizzato anche nella caccia in palude.

In passato il suo antenato, il cane di St John, era presente a bordo delle barche dei pescatori dell'isola di Terranova e della penisola del Labrador, che lo utilizzavano per recuperare le reti e gli strumenti di lavoro caduti in acqua. Ad oggi è ancora la razza più presente nelle imbarcazioni da pesca.

Nell'Europa continentale è principalmente allevato come cane da compagnia per il suo temperamento mite, affettuoso e socievole e anche molto tranquillo rispetto a tutte le altre razze di cani della stessa taglia o anche più piccoli.

È spesso utilizzato anche come guida per i non vedenti per le sue doti di docilità, facilità di apprendimento, unite a una taglia media che ne consente la facile gestione nella vita quotidiana (come il trasporto sui mezzi pubblici). Specifici addestramenti gli consentono di comprendere più di cento parole.

Di recente viene inoltre impiegato anche come cane di utilità dalle forze dell'ordine e dalla protezione civile. L'eccezionale fiuto gli consente infatti di scovare esplosivi e sostanze stupefacenti occultati, nonché di percepire la presenza di persone sotto neve e macerie. Non è invece consigliabile come cane da guardia poiché il suo temperamento è amichevole verso chiunque.

Il Labrador è un cane mite, intelligente e molto amichevole. Va detto che la selezione originale è stata fatta sulla capacità di riporto della selvaggina, dunque è importante ricordare che un buon Labrador è un cane che ha bisogno di attività fisica. Per tenerlo in forma potrebbe bastare qualche passeggiata, in linea generale ama svolgere qualunque attività insieme ai compagni umani. Da cucciolo è particolarmente curioso e disponibile, sempre pronto a imparare da ogni cosa trovi sul proprio cammino.

A qualsiasi età è bene prestare molta attenzione alla sua alimentazione, recenti ricerche hanno dimostrato che il Labrador è un cane predisposto geneticamente al facile accumulo di grasso, dote indispensabile alla sopravvivenza del suo antenato, il cane di St John.

Ma proprio per queste prerogative genetiche il Labrador ha un appetito insaziabile e tende ad ingrassare. Nei soggetti obesi possono svilupparsi, soprattutto con l'età, vari problemi di salute, tra cui la displasia dell'anca o del gomito e il diabete.

Proprio per questo motivo si consiglia un'alimentazione ben controllata e bilanciata possibilmente con alimenti GRAIN FREE.

Tali cibi essendo privi di cereali vanno a limitare gli accumuli adiposi con tutte le possibili conseguenze che ne susseguono

32 visualizzazioni